Romani, Chapter 15

Bible Confluence - Romani 15 - Italian - La Nuova Diodati - Web
 
 
 
 
Comment!       Comment Disqus!
15:1 Or noi, che siamo forti, dobbiamo sopportare le debolezze dei deboli e non compiacere a noi stessi.
15:2 Ciascuno di noi compiaccia al prossimo nel bene, per l' edificazione,
15:3 poiché anche Cristo non ha compiaciuto a se stesso, ma come sta scritto: "Gli oltraggi di coloro che ti oltraggiano sono caduti su di me".
15:4 Infatti tutte le cose che furono scritte in passato furono scritte per nostro ammaestramento, affinché mediante la perseveranza e la consolazione delle Scritture noi riteniamo la speranza.
15:5 Ora il Dio della pazienza e della consolazione vi dia di avere gli uni verso gli altri gli stessi pensieri, secondo Cristo Gesù,
15:6 affinché con una sola mente e una sola bocca glorifichiate Dio, che è Padre del nostro Signore Gesù Cristo.
15:7 Perciò accoglietevi gli uni gli altri come anche Cristo ci ha accolti per la gloria di Dio.
15:8 Or io dico che Gesù Cristo è diventato ministro dei circoncisi a difesa della verità di Dio, per confermare le promesse fatte ai padri,
15:9 ed ha accolto i gentili per la sua misericordia, affinché glorifichino Dio come sta scritto: "Per questo ti celebrerò fra le genti, e canterò le lodi del tuo nome".
15:10 E altrove la Scrittura dice: "Rallegratevi, o genti, col suo popolo".
15:11 E di nuovo "Lodate il Signore, tutte le genti; e lo celebrino i popoli tutti".
15:12 Ed ancora Isaia dice: "Spunterà un germoglio dalla radice di Iesse, e colui che sorgerà per reggere le genti; le nazioni spereranno in lui".
15:13 Ora il Dio della speranza vi riempia di ogni gioia e pace nel credere, affinché abbondiate nella speranza, per la potenza dello Spirito Santo.
15:14 Ora, fratelli miei, io stesso sono persuaso a vostro riguardo, che anche voi siete pieni di bontà, ripieni d' ogni conoscenza, capaci anche di ammonirvi gli uni gli altri.
15:15 Ma, fratelli, io vi ho scritto alquanto più arditamente, come per ricordarvi per la grazia che mi è stata data da Dio,
15:16 per essere ministro di Gesù Cristo presso i gentili, adoperandomi nel sacro servizio dell' evangelo di Dio, affinché l' offerta dei gentili sia accettevole, santificata dallo Spirito Santo.
15:17 Io ho dunque di che gloriarmi in Cristo Gesù nelle cose che riguardano Dio.
15:18 Infatti non ardirei dir cosa che Cristo non abbia operata per mezzo mio, per condurre all' ubbidienza i gentili con la parola e con l' opera,
15:19 con potenza di segni e di prodigi, con la potenza dello Spirito di Dio; così, da Gerusalemme e nei dintorni fino all' Illiria, ho compiuto il servizio dell' evangelo di Cristo,
15:20 avendo l' ambizione di evangelizzare là dove non era ancora stato nominato Cristo, per non edificare sul fondamento altrui.
15:21 Ma, come sta scritto: "Coloro ai quali non era stato annunziato nulla di lui vedranno, e coloro che non avevano udito parlare intenderanno".
15:22 Anche per questo motivo sono stato spesse volte impedito di venire da voi.
15:23 Ma ora, non avendo più luogo da evangelizzare in queste contrade, avendo da molti anni un grande desiderio di venire da voi,
15:24 quando andrò in Spagna, verrò da voi; passando, spero infatti di vedervi e di essere accompagnato da voi fin là, dopo aver goduto un poco della vostra compagnia.
15:25 Ma ora vado a Gerusalemme per sovvenire ai santi,
15:26 perché a quelli della Macedonia e dell' Acaia è piaciuto di fare contribuzione per i poveri che sono fra i santi in Gerusalemme.
15:27 Ora è piaciuto loro di far questo, perché sono ad essi debitori; se i gentili infatti hanno avuto parte dei loro beni spirituali, devono anche sovvenire loro nei beni materiali.
15:28 Dopo dunque aver compiuto questo ed aver consegnato loro questo frutto, andrò in Spagna, passando da voi.
15:29 Ma io so che, venendo da voi, verrò nella pienezza della benedizione dell' evangelo di Cristo.
15:30 Or vi esorto, fratelli, per il Signor nostro Gesù Cristo e per l' amore dello Spirito, a combattere con me presso Dio per me nelle vostre preghiere,
15:31 affinché io sia liberato dagli increduli che sono nella Giudea, perché il mio servizio per Gerusalemme sia accettevole ai santi,
15:32 affinché, se piace a Dio, io venga con gioia da voi e sia ricreato insieme a voi.
15:33 Ora il Dio della pace sia con tutti voi Amen.


Search in:
Terms:

Vote and Comment on Facebook:Recommend This Page:
Post on Facebook Add to your del.icio.us Digg this story StumbleUpon Twitter Google Plus Post on Tumblr Add to Reddit Pin this story Linkedin Google Bookmark Blogger
Insert Your Personal Insight:

Please do not make mean comments and follow the biblical and spiritual character of this forum. If, however unpleasant situations arise, we request to flag it to us in order to evaluate the situation.

Text source: This text is in the public domain, downloaded from http://www.unboundbible.org, compiled by biblephone2008@gmail.com.

This project is based on delivering free-of-charge the Word of the Lord in all the world by using electronic means. If you want to contact us, you can do this by writing to the following e-mail: confluente.org@gmail.com

DAILY READING LA NUOVA DIODATI



SELECT VERSION

COMPARE WITH OTHER BIBLES