Bible Confluence: FrontPage




 

Romani, Chapter 11

Bible Confluence - Romani 11 - Italian - La Nuova Diodati - Web
 
 
 
Comment!       Comment Disqus!
  
1. Io dico dunque: Ha Dio rigettato il suo popolo? Così non sia, perché anch' io sono Israelita, della progenie di Abrahamo, della tribù di Beniamino.
  
2. Dio non ha rigettato il suo popolo, che ha preconosciuto. Non sapete voi ciò che la Scrittura dice nella storia di Elia? Come egli si rivolge a Dio contro Israele, dicendo:
  
3. "Signore, hanno ucciso i tuoi profeti e hanno distrutto i tuoi altari, e io sono rimasto solo, ed essi cercano la mia vita".
  
4. Ma che gli disse la voce divina? "Io mi sono riservato settemila uomini, che non hanno piegato il ginocchio davanti a Baal".
  
5. Così dunque, anche nel tempo presente è stato lasciato un residuo secondo l' elezione della grazia.
  
6. E se è per grazia, non è più per opere, altrimenti la grazia non sarebbe più grazia; ma se è per opere, non è più grazia, altrimenti l' opera non sarebbe più opera.
  
7. Che dunque? Israele non ha ottenuto quello che cercava, ma gli eletti l' hanno ottenuto, e gli altri sono stati induriti,
  
8. come sta scritto: "Dio ha dato loro uno spirito di stordimento, occhi per non vedere e orecchi per non udire".
  
9. E Davide dice: "La loro mensa di venti per loro un laccio, una trappola, un intoppo e una retribuzione.
  
10. Siano oscurati i loro occhi da non vedere, e piega loro la schiena del continuo".
  
11. Io dico dunque: Hanno inciampato perché cadessero? Così non sia; ma per la loro caduta la salvezza è giunta ai gentili per provocarli a gelosia.
  
12. Ora, se la loro caduta è la ricchezza del mondo e la loro diminuzione la ricchezza dei gentili, quanto più lo sarà la loro pienezza?
  
13. Infatti io parlo a voi gentili, in quanto sono apostolo dei gentili; io onoro il mio ministero,
  
14. per provare se in qualche maniera posso provocare a gelosia quelli della mia carne e salvarne alcuni.
  
15. Infatti, se il loro rigetto è la riconciliazione del mondo, che sarà la loro riammissione, se non la vita dai morti?
  
16. Ora, se le primizie sono sante, anche la massa è santa; e se la radice è santa, anche i rami sono santi.
  
17. E se pure alcuni rami sono stati troncati, e tu che sei olivastro sei stato innestato al loro posto e fatto partecipe della radice e della grassezza dell' olivo,
  
18. non vantarti contro i rami, ma se ti vanti contro di loro ricordati che non sei tu a portare la radice, ma è la radice che porta te.
  
19. Forse dunque dirai: "I rami sono stati troncati, affinché io fossi innestato".
  
20. Bene; essi sono stati troncati per l' incredulità e tu stai ritto per la fede; non insuperbirti, ma temi.
  
21. Se Dio infatti non ha risparmiato i rami naturali, guarda che talora non risparmi neanche te.
  
22. Vedi dunque la bontà e la severità di Dio: la severità su quelli che sono caduti, e la bontà verso di te, se pure perseveri nella bontà, altrimenti anche tu sarai reciso.
  
23. E anche essi, se non perseverano nell' incredulità, saranno innestati, perché Dio è potente da innestarli di nuovo.
  
24. Infatti, se tu sei stato tagliato dall' olivo per natura selvatico e innestato contro natura nell' olivo domestico, quanto più costoro, che sono rami naturali, saranno innestati nel proprio olivo.
  
25. Perché non voglio, fratelli, che ignoriate questo mistero, affinché non siate presuntuosi in voi stessi, che ad Israele è avvenuto un indurimento parziale finché sarà entrata la pienezza dei gentili,
  
26. e così tutto Israele sarà salvato come sta scritto: "Il liberatore verrà da Sion, e rimuoverà l' empietà da Giacobbe.
  
27. E questo sarà il mio patto con loro quando io avrò tolto via i loro peccati".
  
28. Quanto all' evangelo, essi sono nemici per causa vostra, ma quanto all' elezione, sono amati a causa dei padri
  
29. perché i doni e la vocazione di Dio sono senza pentimento.
  
30. Come infatti pure voi una volta foste disubbidienti a Dio, ma ora avete ottenuta misericordia per la disubbidienza di costoro,
  
31. così anche costoro al presente sono stati disubbidienti affinché, per la misericordia a voi fatta, anch' essi ottengano misericordia.
  
32. Poiché Dio ha rinchiuso tutti nella disubbidienza, per far misericordia a tutti.
  
33. O profondità di ricchezze, di sapienza e di conoscenza di Dio! Quanto imperscrutabili sono i suoi giudizi e inesplorabili le sue vie!
  
34. "Chi infatti ha conosciuto la mente del Signore? O chi è stato suo consigliere?
  
35. O chi gli ha dato per primo, sì che ne abbia a ricevere la ricompensa?".
  
36. Poiché da lui, per mezzo di lui e in vista di lui sono tutte le cose. A lui sia la gloria in eterno. Amen.


Search in:
Terms:

Vote and Comment on Facebook:Recommend This Page:
Post on Facebook Add to your del.icio.us Digg this story StumbleUpon Twitter Google Plus Post on Tumblr Add to Reddit Pin this story Linkedin Google Bookmark Blogger
Insert Your Personal Insight:

Please do not make mean comments and follow the biblical and spiritual character of this forum. If, however unpleasant situations arise, we request to flag it to us in order to evaluate the situation.

Text source: This text is in the public domain, downloaded from http://www.unboundbible.org, compiled by biblephone2008@gmail.com.

This project is based on delivering free-of-charge the Word of the Lord in all the world by using electronic means. If you want to contact us, you can do this by writing to the following e-mail: confluente.org@gmail.com

DAILY READING LA NUOVA DIODATI



SELECT VERSION

COMPARE WITH OTHER BIBLES