Isaia, Chapter 16

Bible Confluence - Isaia 16 - Italian - La Nuova Diodati - Web
 
 
 
 
Comment!       Comment Disqus!
16:1 "Mandate un agnello al dominatore del paese, da Sela verso il deserto, al monte della figlia di Sion.
16:2 Poiché avverrà che ai guadi dell' Arnon le figlie di Moab saranno come un uccello scacciato dal nido.
16:3 Dacci un consiglio, fa' giustizia! Rendi la tua ombra come la notte in pieno mezzodì; nascondi i dispersi, non tradire i fuggiaschi.
16:4 O Moab, lascia dimorare presso di te i miei dispersi, sii per loro un rifugio di fronte al devastatore. Poiché il tiranno non c' è più, la devastazione è cessata, gli oppressori sono scomparsi dal paese.
16:5 Allora un trono sarà reso stabile nella misericordia, e su di esso siederà nella fedeltà, nella tenda di Davide, uno che giudicherà, eserciterà il giudizio e sarà pronto a far giustizia".
16:6 "Noi abbiamo sentito parlare dell' orgoglio di Moab, estremamente orgoglioso, della sua alterigia, della sua superbia, della sua arroganza, del suo vantarsi senza fondamento".
16:7 Per questo Moab innalzerà un lamento per Moab, tutti si lamenteranno. Voi piangerete costernati per le focacce di uva di Kir-Hareseth.
16:8 Poiché le campagne di Heshbon languiscono, come pure le vigne di Sibmah i padroni delle nazioni hanno distrutto le sue piante migliori che arrivavano fino a Jazer e erravano per il deserto, i suoi rami si estendevano e oltrepassavano il mare.
16:9 Perciò con il pianto di Jazer piangerò le vigne di Sibmah; ti inzupperò con le mie lacrime, o Heshbon, o Elealeh, perché sui tuoi frutti d' estate e sulle tue messi si è abbattuto un grido di guerra.
16:10 La gioia e il giubilo sono scomparsi dalla fertile campagna; nelle vigne non ci sono più canti, né grida d' allegrezza; il pigiatore non pigia più il vino nei tini; io ho fatto cessare il grido di gioia.
16:11 Perciò le mie viscere fremono per Moab come un' arpa, e il mio interiore per Kir-Heres.
16:12 E avverrà che quando Moab si presenterà e si stancherà sull' alto luogo, entrerà nel suo santuario per pregare, ma non otterrà nulla.
16:13 Questa è la parola che l' Eterno indirizzò un tempo a Moab.
16:14 Ma ora l' Eterno ha parlato, dicendo: "Entro tre anni, come gli anni di un bracciante salariato, la gloria di Moab cadrà in disprezzo insieme a tutta quella grande moltitudine; e rimarrà solamente un numero molto piccolo e debole".


Search in:
Terms:

Vote and Comment on Facebook:Recommend This Page:
Post on Facebook Add to your del.icio.us Digg this story StumbleUpon Twitter Google Plus Post on Tumblr Add to Reddit Pin this story Linkedin Google Bookmark Blogger
Insert Your Personal Insight:

Please do not make mean comments and follow the biblical and spiritual character of this forum. If, however unpleasant situations arise, we request to flag it to us in order to evaluate the situation.

Text source: This text is in the public domain, downloaded from http://www.unboundbible.org, compiled by biblephone2008@gmail.com.

This project is based on delivering free-of-charge the Word of the Lord in all the world by using electronic means. If you want to contact us, you can do this by writing to the following e-mail: confluente.org@gmail.com

DAILY READING LA NUOVA DIODATI



SELECT VERSION

COMPARE WITH OTHER BIBLES